fbpx

Ecommerce di successo: come costruirlo

e-commerce

Il giro d’affari dello shopping online in Italia è uno dei più esplosivi degli ultimi anni, tanto che avere un ecommerce di successo può essere davvero redditizio.
Basti pensare che i consumatori online sono circa 38 milioni ad oggi e che circa il 62% delle persone effettua acquisti sul web.
Il settore è in crescita costante, tanto che ha superato i 41 miliardi di euro di fatturato già lo scorso anno.

Fatturato ecomerce

C’è già chi pensa che gli ecommerce rappresentino il futuro del commercio, visto che più del 75% degli italiani dichiara di consultare il web prima di effettuare un acquisto.

Ottime notizie, se stai pensando di avviare o hai già avviato il tuo ecommerce!

D’altro canto, in un mercato così competitivo, l’attività di vendita online diventa più difficoltosa per le aziende.
Per questo motivo è necessario delineare un percorso di digital marketing strategico per promuovere efficacemente la propria attività e realizzare un flusso di guadagni adeguato.
Gli imperativi sono principalmente tre: veicolare il traffico sul nostro ecommerce, effettuare conversioni e aumentare le transazioni.

Quali strategie possiamo mettere in campo per raggiungere questi obbiettivi?

IL SITO WEB ECOMMERCE

Per pubblicizzare un ecommerce e fare in modo che diventi più popolare tra gli utenti la parola chiave è ottimizzazione.
Ciò significa che dovrai fare in modo che Google assegni al tuo sito e alle tue pagine un punteggio tale da comparire tra i primi risultati di ricerca.
Per raggiungere questo obbiettivo puoi ricorrere a varie strategie, o meglio ad un’unione di esse.

Come costruire un sito ecommerce di successo?

  1. Migliora la SEO. Può sembrare difficilissimo applicare la SEO ad un’ecommerce ma in realtà è più intuitivo di quanto si possa pensare (soprattutto per un professionista con un minimo di esperienza). Sarà necessario fare un buon lavoro sulle parole chiave che caratterizzano i prodotti, sulle loro categorie e descrizioni.
  2. Migliora la User Experience. Fai in modo che gli utenti non abbiano difficoltà a navigare sulla tua piattaforma, che la ricerca dei prodotti sia intuitiva e che il sito sia consultabile anche via mobile. Più del 70% delle ricerche viene fatta via smartphone e il 58% degli acquisti viene finalizzato con lo stesso mezzo; non vorrai lasciarti sfuggire questa fetta di consumatori?
  3. Implementa servizio clienti e chatbot. Fornire una “buona consulenza” quando l’utente ne ha più bisogno è fondamentale per intercettarlo nel momento più delicato del processo di vendita. Se un potenziale cliente chiede informazioni e riceve una pronta risposta sarà molto più propenso in seguito ad effettuare l’acquisto.

Come costruire la Content Strategy per un sito ecommerce?

  1. Crea contenuti interessanti. Un ecommerce pensato come una sterile vetrina di prodotti e collegato ad un sito scarno e poco accattivante non potrà mai attirare abbastanza utenti. Una Content Strategy oculata invece ci permetterà di portare molto traffico sulle nostre pagine. I consumatori non vogliono solo guardare, cliccare e comprare. La maggior parte di loro legge approfondimenti, specifiche di prodotto e recensioni degli utenti prima di finalizzare l’acquisto. Per questo motivo creare un blog sul sito può essere un’ottima idea. Allo stesso modo dovrai prevedere uno spazio per i feedback e le recensioni degli utenti; non c’è nulla di meglio per migliorare la Brand Reputation.
  2. Usa l’email Marketing. Qualcuno potrebbe contestare questo metodo, ritenerlo obsoleto o troppo invasivo. La verità è che un’attività di email marketing ben pensata può fare la differenza per un ecommerce di successo. Attraverso questo sistema puoi tenere aggiornati gli utenti che abbiano lasciato la propria email, creare delle liste, profilare e segmentare i tuoi clienti per offrire loro sconti, promozioni o servizi mirati. Ricorda che non devi solo vendere, ma fidelizzare gli utenti anche con contenuti di qualità, pena l’essere percepito come troppo aggressivo.

SOCIAL MEDIA STRATEGY PER UN ECOMMERCE DI SUCCESSO

Se punti a far conoscere il tuo brand e ad aumentare le vendite non ti basterà avere un buon sito o un blog interessante ma dovrai essere presente anche sulle maggiori piattaforme di social network.
L’87% degli e-shopper dichiara che i propri acquisti siano in qualche modo influenzati dai social network.
Ciò significa che essere assenti su queste piattaforme può rivelarsi controproducente in termini di visibilità, conversione e costruzione di un ecommerce di successo.
Per questo è fondamentale essere presente ed attivi sui Social attraverso una strategia mirata, per raggiungere nuovi utenti, fidelizzare quelli già acquisiti e aumentare la Brand Awareness.
Scegliere su quali piattaforme impegnare i nostri sforzi è il primo passo per iniziare. Non è necessario essere presenti ovunque, soprattutto se non abbiamo i mezzi o la costanza per mantenere sempre attivi i profili.

Quali sono le piattaforme da scegliere in un’ottica di aumento delle vendite sul medio e lungo termine?

  • Facebook. Una pagina attiva e gestita attraverso un buon piano editoriale ci permette di amplificare i contenuti già presenti sul sito, di entrare in connessione con la nostra community ogni giorno, al di là del mero fattore vendita. Inoltre ci da modo di raccontare la nostra storia, di indire contest per stimolare l’interazione degli utenti, di rispondere alle loro domande via chatbot (Messanger) e non ultimo di fare campagne sponsorizzate su un target specifico. Attraverso le funzioni di Facebook Shop possiamo anche effettuare vendita diretta dei nostri prodotti, indirizzarli con link ad hoc sul nostro sito o fare attività di remarketing.
  • Instagram. Il social visuale per eccellenza, è un’ottima vetrina per un ecommerce. Anche in questo caso dobbiamo fare in modo di seguire un calendario editoriale vario e puntuale per evitare di stancare i nostri utenti con una comunicazione troppo votata alla vendita. Produciamo contenuti interessanti, raccontiamo qualcosa ed entriamo in connessione con i nostri followers.
  • Pinterest. La natura stessa di questa piattaforma, con contenuti visuali divisi in bacheche, si presta a riprodurre egregiamente la logica di uno shop online. Può diventare un’ottima vetrina per i potenziali clienti soprattutto se utilizziamo i Rich Pin, dei pin disponibili per i profili Business che permettono di fornire descrizioni aggiuntive sul prodotto. Potremo così dare indicazioni come prezzo, disponibilità, caratteristiche e soprattutto dare informazioni su dove acquistare il prodotto. In questo modo gli utenti già  a caccia di ispirazione potranno essere convertiti più facilmente.

L’ ADVERTISING ONLINE PER UN ECOMMERCE DI SUCCESSO

Oltre alle strategie descritte in precedenza puoi decidere di pubblicizzare un sito di ecommerce anche con sponsorizzazioni realizzate sul web e sulle piattaforme social.
È un investimento che va fatto con una strategia e degli obbiettivi specifici, misurabili e realistici.
Usare il budget a nostra disposizione senza un piano preciso, senza aver deciso in precedenza il target di riferimento o lo scopo della sponsorizzazione ci farà sprecare soldi inutilmente.
Le analisi preliminari da effettuare prima di impostare la nostra campagna dovranno servire a:

1- Individuare il target cui intendiamo rivolgerci. Sesso, età, interessi, area geografica sono solo alcune delle indicazioni di cui tenere conto per focalizzare le nostre campagne sponsorizzate.
2- Decidere gli obbiettivi. Ogni campagna è diversa dall’altra per cui ad esempio se puntiamo alla visibilità del brand piuttosto che alla conversione degli utenti dovremo impostare la nostra sponsorizzazione in modo differente.
3- Calcolare il budget. Le campagne pubblicitarie hanno dei costi variabili a seconda del tipo di sponsorizzata, del target e degli obbiettivi da raggiungere. Per questo motivo bisogna essere realistici e calcolare bene quanto siamo disposti ad investire.
4- Predisporre il monitoraggio. È inutile e controproducente effettuare campagne pubblicitarie se poi non riusciamo a seguirne gli sviluppi o quantificarne i risultati. Dobbiamo essere certi di poter sempre monitorare i nostri annunci, per controllare costi, copertura e valutarne l’efficacia.

DOVE FARE ADVERTISING ONLINE?

Google Ads e Facebook Ads sono i mezzi più utilizzati per creare campagne pubblicitarie online.
Entrambi ci permettono piuttosto agevolmente di delineare il nostro target basandoci sulle indicazioni demoscopiche e sugli interessi del segmento che vogliamo raggiungere.
Inoltre ci danno modo di gestire tutti gli aspetti delle nostre campagne come budget o durata.
Anche Instagram è diventata una delle piattaforme più usate per fare advertising, soprattutto in quei settori dove il fattore visuale è molto importante (fashion, beauty etc).
Attraverso lo strumento Ads Manager, dedicato agli account Business di Facebook, possiamo impostare i parametri della nostra campagna in dettaglio.

IL REMARKETING PER ECOMMERCE

Ultima, ma non meno importante, non possiamo tralasciare una strategia che ci permette di re-indirizzare i potenziali clienti sul nostro sito, qualora lo avessero già visitato senza finalizzare l’acquisto.

 

Remarketing ecommerce

Il remarketing si configura come un mezzo molto potente, fondamentale per un ecommerce, perché ci permette di ricordare all’utente i prodotti che ha già visionato e spronarlo indirettamente a completare l’ordine.
Ci sono diverse piattaforme a nostra disposizione per fare remarketing:

  • spazi pubblicitari native, presenti su qualsiasi sito web e preposti a presentare la pubblicità del tuo ecommerce con i prodotti lasciati in sospeso dall’utente tramite banner di vario tipo.
  • Google Adwords che ci permette di impostare campagne di remarketing a partire da elenchi creati mappando le pagine di conversione del nostro sito.
  • Facebook che ci permette di fare remarketing nella sezione notizie o nel newsfeed. Fondamentale per la buona riuscita di questo tipo di sponsorizzazione è avere un account Business e impostare il Pixel di Facebook sul nostro sito. Solo in questo modo potremo tracciare gli utenti che lo visitano e le azioni che hanno compiuto sulle pagine del nostro e-shop.

Costruire un ottimo sito di ecommerce è un’operazione complessa che va finalizzata mettendo in pratica una serie di attività, inserite in una strategia di digital marketing ampia e precisa.
Avrai bisogno di competenze professionali che ti guidino nel delineare tutti gli aspetti della tua strategia e dovrai essere disposto ad investire per poter guadagnare.
Non servirà un budget enorme, ma sarà fondamentale utilizzarlo con intelligenza.

Chiedici di più

Related posts

Leave a Comment