fbpx

Seo copywriting: come si fa?

scrittura seo

Scrivere un articolo su come fare correttamente seo copywriting, rispettando le regole d’oro del seo copywriting, è un’impresa complessa. Sul web ci sono moltissime guide che trattano questo argomento in modo analitico e tecnico. Del resto scoprire i “segreti” per posizionarsi primi tra i risultati dei motori di ricerca è l’aspirazione di ogni azienda e professionista.

 

ottimizzazione seo

 

La verità è che non basta seguire regole precise, usare manuali o farci guidare dalle parole chiave più cercate dagli utenti. Senza una strategia e una certa sensibilità, potremmo non raggiungere gli obbiettivi desiderati.

Il seo copywriting è un’attività che coniuga una profonda conoscenza delle dinamiche di posizionamento nelle ricerche web, abilità e creatività di scrittura e una spiccata sensibilità nel capire ed intercettare i bisogni degli utenti.
Per questo motivo è impensabile scindere la figura del copy da quella dell’esperto di seo. Le due competenze sono necessarie e complementari per produrre contenuti di valore. Solo così potremo raggiungere buoni risultati in termini di posizionamento e conversione.

SEO COPYWRITING: AZIONI PRELIMINARI

Come dicevamo, uno dei punti chiave per produrre contenuti efficaci, è quello di pensare alle persone che dovranno leggerli. Per questo motivo, ancor prima di metterci al lavoro sul nostro articolo, dovremo avere chiaro in mente:

  • per chi stiamo scrivendo e quali sono le sue esigenze. Capire quali chiavi di ricerca usano gli utenti, che domande si pongono e quali sono i loro intenti ci aiuterà a conoscere meglio i nostri lettori ed intercettare i loro bisogni.
  • che strategia adottare nella stesura dei nostri contenuti. Scrivere senza alcun criterio equivale a non scrivere nulla. Oltre a cogliere le necessità dei nostri utenti dovremo ideare un piano editoriale interessante ed efficiente. Questo ci aiuterà a costruire la nostra presenza online e a rafforzarla sul medio e lungo termine.
  • quali obbiettivi vogliamo raggiungere. Non scriviamo per piacere personale quindi i nostri contenuti avranno un fine ultimo che deve essere sempre ben chiaro. I contenuti seo oriented possono aiutarci ad aumentare la conoscenza della nostra attività, il coinvolgimento, le condivisioni o dare impulso a conversioni e vendite.

Non dimentichiamoci mai che scriviamo per le persone e non per un motore di ricerca, quindi cerchiamo di trovare la giusta misura tra ottimizzazione per il web e valore del contenuto.
Se realizziamo testi infarciti di keywords, tag, e link intellegibili dagli algoritmi di Google ma poco attenti al lato “umano”, troppo difficili da leggere, ripetitivi o noiosi, il motore di ricerca non ci premierà, anzi!
In sostanza scrivere articoli solo per ottenere un buon posizionamento, dimenticando del tutto la naturalezza della scrittura è estremamente controproducente per raggiungere i nostri obbiettivi.

LE COMPETENZE DEL SEO COPYWRITER

Abbiamo detto che un buon seo copywriter deve avere una scrittura gradevole e persuasiva per gli utenti e deve conoscere le dinamiche di ottimizzazione per i motori di ricerca.
Tralasciando la prima caratteristica, imprescindibile per scrivere articoli validi, le conoscenze che permetteranno di ottenere degli ottimi posizionamenti dei contenuti sono varie e differenti. Il seo copywriter deve essere in grado di:

1- Interpretare le query (le richieste) dell’utente da un punto di vista qualitativo. Ciò significa che deve riuscire a capire se il lettore sta cercando informazioni, intrattenimento, se sta valutando un acquisto o approfondimenti su un particolare brand, prodotto o servizio.

2- Sapere come rispondere alle esigenze di ricerca intercettando tutte le keyword primarie, quelle secondarie e le relazioni tra esse. Riuscire quindi a pensare come un utente, a mettersi nei suoi panni è una skill molto utile.

3- Generare contenuti rilevanti per l’utente, che saranno riconosciuti come effettivamente utili e che, di conseguenza, riceveranno un punteggio alto tanto da essere indicizzati nelle prime pagine del motore di ricerca. Cogliere realmente i bisogni dell’utente vuol dire capire il senso delle sue ricerche e rispondere in maniera adeguata ad esse attraverso il contenuto.

STRUMENTI UTILI PER LA SEO COPYWRITING

La prima operazione da fare prima di iniziare a scrivere un qualsiasi contenuto, è individuare le keywords.
Queste rappresentano i termini che l’utente digita sulla barra del motore di ricerca quando cerca qualcosa sul web.

 

risultati seo

 

La o le parole chiave costituiranno il focus dell’articolo, saranno il fulcro attorno al quale andrà costruita l’esposizione.
Esistono dei tool molto utili, che analizzano le ricerche online degli utenti, per trovare tematiche e argomenti interessanti.
Possiamo usare ad esempio Google Keyword Planner che può aiutarci a trovare le parole chiave principali da usare.
È possibile utilizzare altri strumenti per individuare le cosiddette Long Tail Keywords. Queste sono catene di parole utilizzate dagli utenti per le loro ricerche online.
Anche se queste catene rappresentano un numero minore di query, esse risultano essere:

  • Più attinenti alle intenzioni del nostro target
  • Più performanti dal punto di vista del tasso di conversione
  • Meno competitive delle keywords singole

Per espandere il ventaglio delle nostre keywords e delle nostre varianti possiamo rivolgerci a strumenti come:

1- SEMrush

2- SEOZoom

3- Ubersuggest

4- Answerthepublic

5- Google Trends

Grazie a questi software troveremo parole chiave correlate, che racchiudono lo stesso “spirito di ricerca”.
Di conseguenza potremo approfondire il nostro contenuto in modo più efficace.

QUANTO DEVE ESSERE LUNGO UN CONTENUTO?

Ci sono opinioni differenti anche se la maggior parte concordano che testi più lunghi tendono ad ottenere migliori risultati.
Stiamo parlando di articoli di almeno 1500/2000 parole, che abbiano un tempo medio di lettura di circa 7 minuti.
Le performance migliori tuttavia, sembrano averle i testi ancora più lunghi, che raggiungono e superano le 3000 parole.
Stiamo parlando dei cosiddetti Long Form Content o Pillar Post. Questo succede perché un contenuto di lunghezza maggiore permette di approfondire l’argomento evitando di dividerlo in articoli successivi.
Ciò significa che l’utente troverà tutte le informazioni che stava cercando in un solo luogo.

Inoltre più l’articolo è lungo, maggiore è il numero di parole chiave correlate che possiamo inserire al suo interno.
Avremo quindi molta più possibilità di intercettare un buon numero di ricerche degli utenti.

QUALI METRICHE INDICANO UN BUON LAVORO DI SEO COPYWRITING?

I motori di ricerca assegnano ad ogni contenuto presente sul web un punteggio per valutare il grado di interesse dimostrato dagli utenti nei suoi confronti.
L’algoritmo di Google infatti esamina tutte le azioni che vengono compiute sulla nostra pagina, per capire se quello che abbiamo scritto è interessante o meno.
I valori che vengono considerati sono principalmente:

1- Click Through Rate. È il rapporto che indica la frequenza con la quale gli utenti vedono e decidono di cliccare su un annuncio. La percentuale dei clic è fondamentale per valutare la performance dei nostri contenuti e la validità delle keyword utilizzate.

2- Bounce Rate. Parliamo della frequenza di rimbalzo ossia della percentuale di utenti che ha abbandonato il nostro sito dopo aver consultato solo una pagina. Google non premia i contenuti che provocano questa reazione e tende a “declassare” siti poco coinvolgenti nelle posizioni più basse della ricerca.

3- Time on Page. Rappresenta il tempo complessivo che un utente trascorre su una pagina. È una metrica molto importante per capire l’interesse e il coinvolgimento provocati dal nostro contenuto.

OTTIMIZZAZIONE DEL CORPO DEL TESTO

Le tecniche per rendere un testo leggibile, interessante e completo sono moltissime. Tutte vanno utilizzate con accortezza, per essere sicuri di ottenere un buon punteggio e una buona indicizzazione. Riportarle tutte sarebbe molto difficile e lungo ma possiamo cercare di riassumere almeno i concetti fondamentali.

1- Densità e distribuzione delle parole chiave. Dobbiamo fare attenzione ad utilizzare le keyword in modo intelligente e a posizionarle nel testo secondo una strategia ben precisa. Non è necessario ripetersi troppe volte, anzi!
Dobbiamo cercare di utilizzare sinonimi e termini correlati da porre in determinati punti del testo per migliorare il nostro punteggio.

2- Titoli e sottotitoli. Evitiamo i muri di testo senza interruzioni e organizziamo il nostro testo in paragrafi distinti con un titolo specifico. Possiamo scegliere diversi Tag da assegnare ad ognuna delle sezioni del testo, da H1 ad H6.
Così facendo il contenuto risulterà più scorrevole, leggibile ed ordinato.

3- Grassetti e corsivi. Solo il 16% degli utenti legge un testo dall’inizio alla fine mentre tutti gli altri si focalizzano solo su alcune parti più significative. Usiamo grassetti, corsivi e sottolineature per agevolare la lettura e comunicare agli utenti quali sono i concetti o i termini che hanno più importanza.

4- Elenchi puntati e liste. Anche questo è un trucco per migliorare l’impatto visivo generale del testo, semplificare la lettura ed esporre in maniera chiara i concetti.

USO DEI MEDIA E DEI LINK

5- Meta Tag e Description. Sono ciò che viene usato da Google per mostrare i risultati nella SERP e ciò che aumenta la CTR dei contenuti. Se contengono la parola chiave e se sono creativi ed originali avremo migliori chance di ottenere click e visite del nostro sito.

6- Immagini, infografiche, Video. I contenuti visuali hanno un ruolo importante nel Seo Copywriting perché stimolano l’interesse, alleggeriscono la parte scritta e vengono privilegiati dai motori di ricerca. Ricordiamo di usare l’attributo ALT delle immagini o video per ottimizzarli al meglio, inserendo la parola chiave (o suoi sinonimi). In questo modo Google saprà che cosa contengono questi media e aumenterà il punteggio complessivo della pagina.

7- Link interni ed esterni. Entrambi migliorano la SEO e aumentano la possibilità di ottenere un’ottima indicizzazione nelle ricerche. I primi permettono di fare Cross Linking tra le pagine del nostro sito per ottenere un punteggio complessivo più alto. I secondi permettono di avere un ranking maggiore, soprattutto se puntano a siti di valore riconosciuto.

Il lavoro di SEO copywriting è una vera e propria arte, un mix di tecnica, capacità creativa e conoscenze atti a catturare l’attenzione del lettore.
Utilizzare questo strumento in modo strategico è il modo migliore per far crescere il nostro business, facilitare le conversioni e comunicare con il nostro pubblico.

Ti serve aiuto per iniziare?

Prenota la tua call gratuita

Related posts

Leave a Comment