fbpx

Business plan banca: il modello giusto

Il business plan per la banca è un elemento in certi casi davvero cruciale, per una start-up, ma anche per un’azienda già avviata. Quando si decide di redigere e presentare un business plan ad una banca è perché si è alla ricerca di finanziamenti per l’impresa.

La ricerca di finanziamento può essere necessaria per motivazioni diverse. In alcuni casi per far fronte a necessità di cassa contingenti che derivano da svariate situazioni. Ad esempio per un effettuare un investimento importante in ricerca e sviluppo, o per ampliare le dimensioni dell’attività.

Oppure per far fronte ad un momento di difficoltà temporaneo. In altri casi siamo di fronte ad una start-up in cerca di fondi per l’avviamento dell’impresa. vediamo quindi le caratteristiche generali di un corretto business plan da presentare ad una banca.

Gli elementi di un business plan

Abbiamo già visto in precedenza tanti elementi riguardanti questo documento. Un business plan dalle caratteristiche generali offre uno schema, per quanto stringato e sintetico, composto da tanti elementi e facce di quella che è e sarà l’azione dell’impresa nel medio periodo, massimo 5 anni.

La sua funzione generica è di “manifesto programmatico di un’azienda” dove ad esempio i fondatori possono trovare tutte gli obiettivi da raggiungere e gli strumenti da utilizzare. Questo quando non si riesce a dare all’impresa un chiaro indirizzo di azione. Nel caso del particolare business plan da presentare ad una banca allora è necessario fare alcune modifiche per renderlo più adatto allo scopo prefisso.

Il business plan per la banca

Diciamo innanzitutto che un business plan per le banche non deve essere necessariamente un concentrato di numeri freddi e senz’anima. La parte descrittiva dell’azienda deve essere presente in modo chiaro e ben leggibile. Abbiamo già ricordato è che se il business plan viene realizzato anche per essere presentato a terzi, è necessario che sia assolutamente ben leggibile da chiunque.

In questa particolare forma realizzata per le banche bisogna essere particolarmente attenti ad essere semplici nelle spiegazioni e sintetici quanto basta. Non è richiesta una particolare azione di marketing nei confronti dei responsabili delle banche.

È invece importante trasmettere che i fondatori dell’azienda abbiano ben chiaro il piano d’azione nel medio termine. Quindi, in caso di una start-up, è importante proporre in modo chiaro quale sia il prodotto da proporre, il target di clientela a cui proporlo, gli strumenti di marketing scelti. Da aggiungere poi il CV delle figure chiave dell’azienda.

I numeri da presentare alle banche

La parte strettamente numerica dell’azienda è sicuramente molto importante in un business plan destinato alle banche. La buona regola in questi casi, ma lo è in generale, è di essere realistici con una piccola punta di pessimismo. Si dice spesso in questi casi che i cestini delle banche sono pieni di business plan che promettono risultati mirabolanti già dal primo anno di attività.

La realtà è fatta di tante start-up che non superano il primo anno di vita. In questo caso è appunto importante che le banche siano pronte a sostenere l’azienda nel medio periodo in previsione di un raggiungimento del pareggio di bilancio in tempi assolutamente realistici. Perché alla banca interessa che il business proposto sia solido ed allo stesso tempo terribilmente realistico.

Ogni parte economica del business plan deve essere assolutamente dettagliata, come abbiamo spiegato nei precedenti articoli, con appunto quella dose di prudenza. Questo atteggiamento fa capire alle banche come si consideri l’avviamento di una nuova attività come una scelta che comporta i suoi rischi.

Un perfetto business plan per le banche realizzato da Up2Lab

Presentare un business plan alle banche per ottenere un finanziamento è una pratica assolutamente comune. Molti pensano che con un sistema fai da te si possano ottenere i risultati sperati, magari contando sui rapporti di lunga data con il direttore. In realtà al giorno d’oggi anche i direttori di banca hanno molto meno potere decisionale e sono legati anch’essi a precisi protocolli.

Quindi sta all’imprenditore saper proporre un documento assolutamente professionale. Per questo motivo vi invitiamo a contattarci per realizzare insieme a voi un business plan adeguato da proporre alle banche per ottenere il finanziamento atteso. Mettiti in contatto con noi subito!

Related Posts