fbpx

Validare un’idea di startup in 5 settimane

il gruppo di lavoro impegnato a validare un'idea di startup

La decisione di validare un’idea di startup da un team di esperti è spesso fondamentale se si vuole raggiungere gli obiettivi sperati. Avere un parere professionale e distaccato del proprio modello di business permette di correggere in tempo il progetto o abbandonarlo se necessario. La decisione di lanciare una nuova start-up è importante, può cambiare il futuro delle persone, ogni strumento di diagnosi è fondamentale. Vediamo cosa vuol dire validare un’idea di startup e quale percorso propone Up2Lab.

Cosa vuol dire validare un’idea di startup.

Quando si decide di avviare una nuova attività imprenditoriale il rischio principale è di investire tempo e denaro in un’idea di business sbagliata. Questo perché la percezione personale di un problema e della giusta soluzione spesso è influenzata da fattori emozionali, è umano. Il team di validazione analizza il problema che si vuole risolvere e verifica che la soluzione proposta abbia una valenza in termini di business. Nella proposta di Up2Lab questo percorso si svolge in 5 settimane. Intanto vediamo quali sono alcuni degli strumenti messi in campo.

Lean, Value Proposition e Buyers Personas Canvas.

Alcuni degli strumenti più significativi per validare un’idea di start-up sono quelli che sono chiamati “Canvas”. Sono dei fogli (quasi) bianchi dove scrivere in poche parole alcuni elementi che riguardano un certo tipo di business. Lo schema di ripartizione di questi “fogli bianchi” deve essere compilato meticolosamente. Se il Lean ed il Value Proposition Canvas si propongono di esaminare il business da varie angolazioni, il Buyer Personas Canvas cerca di identificare il cliente tipo del business da avviare.

La scelta della giusta campagna di marketing.

Una volta che è stato identificato il problema da risolvere e trovato il prodotto vincente da lanciare, arriva il momento di farlo conoscere al pubblico. I metodi per raggiungere i clienti negli ultimi anni è cambiato drasticamente, ed internet, con i suoi social network è diventato uno strumento centrale. In questo caso è davvero cruciale aver ben chiaro il target di riferimento su cui puntare e sfruttare al meglio prodotti come Google Ads e Facebook Ads (che comprende anche la pubblicità su Instagram).

La valutazione finale del processo.

Un’altra parte fondamentale del processo è l’analisi di tutti i test realizzati. Questi permetteranno di valutare in modo oggettivo il progetto di start-up. Si valuterà sia il valore dell’idea messa in campo, che il posizionamento in termini di target dei clienti, ed anche l’efficacia delle campagne di marketing.

Il sistema di validazione di Up2Lab in 5 settimane.

Il meccanismo messo a punto dagli specialisti di Up2Lab per validare un’idea di start-up prevede un percorso lungo 5 settimane. In questo periodo lo startupper verrà affiancato dal nostro team lungo un percorso che avrà come sbocco un risultato chiaro ed inequivocabile. L’idea verrà ritenuta corretta, dovrà essere modificata o addirittura bocciata. In caso di bocciatura non sarà comunque tempo perso. In ogni caso il cliente avrà trovato nel percorso nuove idee più corrette per lanciare un proficuo modello di business.

Le 5 settimane per validare un’idea di startup di Up2Lab.

Ci sono vari sistemi e metodi per validare un’idea di startup per il lancio di un’attività imprenditoriale. Quello approntato da Up2Lab è basato sulla metodologia del Design Sprint già spiegato in questo articolo. Ecco le 5 settimane di lavoro.

  1. La prima settimana sarà dedicata all’analisi del problema da risolvere, se quello individuato sia realmente un problema reale che il cliente vuole assolutamente risolvere.
  2. Adesso va individuato il prodotto che risolve il problema, questo è il compito della seconda settimana. Il risultato deve essere un prodotto davvero unico e convincente.
  3. Durante la terza settimana verrà scelto il giusto modo per collocare la presenza digitale della start-up e del prodotto da lanciare.
  4. Scelti gli strumenti sarà il momento di utilizzarli, il team di specialisti che testeranno le idee sviluppate su un target selezionato di utenti reali. Nella quarta settimana verranno utilizzati strumenti come Google Ads a Facebook Ads.
  5. L’ultima settimana servirà per analizzare il lavoro svolto ed i risultati ottenuti. Questo permetterà di rimodulare il prodotto e l’offerta. A questo punto lo startupper avrà tutti gli strumenti adatti per partire con la nuova azienda ed il nuovo prodotto.

Perché è importante validare un’idea di startup.

Tanti sforzi di tempo, di denaro di risorse umane dedicati allo sviluppo di un’idea di business non devono essere sprecati solo per qualche dettaglio. Il mondo è pieno di prodotti sbagliati o solo in parte, poi corretti da altri per farne un prodotto di successo. Solo grazie ad un team di specialisti del settore è possibile evitare di incorrere in questi errori, per raggiungere i risultati attesi.

Related posts

Leave a Comment